teresa langella
Uomini e Donne, Teresa Langella ha già scelto
3 Febbraio 2019
sisma l'aquila
L’Aquila, torna a tremare la terra: scossa di magnitudo 3.6, paura tra i residenti
5 Febbraio 2019

Salernitana, Calaiò in campo con il Benevento: il piano di Gregucci coincide con quello della società?

calaiò

Umberto Calaiò in campo nel derby contro il Benevento? Al momento l’ipotesi più probabile è un impiego part time per l’arciere che si è regolarmente allenato con il Parma ma che non gioca un match ufficiale da oltre cinque mesi. Prima di siglare il contratto di un anno e mezzo con la Salernitana l’attaccante avrebbe riferito ad alcuni amici che l’incognita più grossa era legato al ritmo partita e che, forse, ci sarebbe voluta qualche partita prima di raggiungere la migliore condizione. Da rilevare che Calaiò poteva essere granata già ad inizio gennaio quando il calciatore aveva manifestato il suo gradimento al trasferimento a Salerno ma per oscuri motivi la trattativa si è concretizzata solo a poche ore dalla chiusura della sessione invernale.

Gregucci avrebbe potuto avere a disposizione il calciatore a disposizione da qualche settimane con tutte le conseguenze del caso. “Sto bene, oggi ho affrontato il primo allenamento ma è chiaro che mi manca il ritmo partita. Vediamo con l’allenatore e con la società se è il caso di giocare già venerdì”. In sintesi l’ultima parola sull’utilizzo di Calaiò contro il Benevento potrebbe non essere di Gregucci.

Salernitana, Calaiò senza ritmo partita: ipotesi impiego part time

Evidentemente, in considerazione del clima di contestazione, il club vuol valutare con attenzione ogni possibile mossa con la speranza che gli ultimi arrivati possano rivelarsi subito decisivi e far ricredere una tifoseria profondamente delusa dall’operato dei vertici. Da parte sua Calaiò ha replicato a chi lo reputa in età da pensione. “Lo dicono da cinque anni ma alla i miei gol li ho sempre fatti. In serie A Quagliarella e Pellissier segnano ancora”. L’attaccante indosserà quasi certamente la maglia numero 19 ed in granata ha ritrovato Schiavi e Rosina. L’obiettivo della punta è centrare i duecento i gol.

“E’ questo uno degli obiettivi che mi sono prefissato quando ho firmato per la Salernitana“. L’ex di Catania e Siena e si è soffermato anche sul mancato trasferimento alla Salernitana di Ceravolo e Dezi. “Anche io pensavo che volessero andare altrove per giocare con maggiore continuità. Ne avevamo anche parlato ma loro hanno preferito fare altre scelte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *