insulti omofobi
Pomeriggio 5, accusano la madre di essere un’untrice e lo inseguono con il cric: ‘Insulti omofobi e minacce’
11 Maggio 2020
luigi di maio
Bar, ristoranti, parrucchieri e estetisti: arriva l’attesa decisione sulle riaperture dal 18 maggio
11 Maggio 2020

Spadafora: ‘I test ai calciatori non devono essere fatti a discapito dei cittadini’

spadafora calcio

Bisognerà attendere ancora una settimana prima di sapere se i campionato di serie A e di serie B ripartiranno. L’ha riferito questa sera il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora che ha anche anticipato alcuni dettagli del rigido protocollo del comitato tecnico scientifico.

Serie A e B, tra una settimana la decisione sulla ripartenza del campionato

“Il Cts ha chiesto modifiche vincolanti al protocollo, come quello della quarantena di 14 giorni della squadra in caso di positività e quella della responsabilità dei medici sociali sull’applicazione del protocollo. E poi ha chiesto che numerosi test molecolari per i calciatori non vengano fatti a discapito dei cittadini. Se ci saranno queste modifiche ci potranno essere allenamenti collettivi dal 18 maggio” – ha riferito Spadafora al Tg1.

Ripresa allenamenti 18 maggio: squadra in quarantena in casa anche di singola positività

A tal riguardo si parlava di ripetere periodicamente il tampone per verificare l’eventuale positività di un atleta e permettere alle squadre di svolgere gli allenamenti in sicurezza. Tesi che ha fatto storcere il naso a tanti.

Il monito sui test molecolari ai calciatori dopo le polemiche sui tamponi

Durante la fase critica di una pandemia, che ancora continua a fare vittime, molte persone che presentavano sintomi da coronavirus non hanno avuto la possibilità di effettuare il tampone nonostante le numerose richieste.

Tante persone sono morte in casa senza avere le possibilità di fare il test mentre in altri casi sono stati effettuati post mortem.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *