GF Vip, Edoardo Tavassi svela cosa direbbe a Signorini in caso di chiamata
25 Luglio 2022
Mario Angioni
Caso Pipitone, l’ex pm Angioni dopo l’udienza: ‘Che Dio mi aiuti e aiuti Denise’, ascoltato ex consulente
25 Luglio 2022

Formia, avverte dolori al petto ed al braccio: ‘É Covid’, Lucia torna a casa e muore

Si era recata al pronto soccorso di Formia per forti dolori al braccio sinistro ed al petto. Lucia Chiarelli, 68 anni, è stata dimessa ed è morta pochi istanti dopo essere arrivata a casa sotto gli occhi disperati del marito che ha sporto denuncia tramite lo Studio3A.

Morte Lucia Chiarelli, la corsa all’ospedale di Formia e la diagnosi

L’uomo ha spiegato che durante i controlli è emersa la positività al Covid con i medici che hanno attribuito il dolore, spesso riconducibili ad un infarto, al virus prescrivendo la terapia prevista in caso di contagio (Fluimucil e Toradol) oltre l’isolamento fiduciario previsto. La vicenda si è verificata lunedì 11 luglio quando la donna, che non aveva particolari problemi di salute e che assumeva una pillola per l’ipertensione, ha avvertito dolore al braccio sinistro ed al petto.

Temendo che si potesse trattare di un principio di infarto il marito l’ha prontamente accompagnata all’ospedale Dono Svizzero di Formia dove è arrivato alle 7.58. Secondo quanto riferito dai legali del marito i medici hanno effettuato una radiografia al torace dal quale non sarebbe emerso nulla di preoccupante mentre il tampone aveva confermato la positività al coronavirus.

La 68enne è morta a casa 2 ore dopo le dimissioni, il marito ha presentato denuncia

La donna è stata dimessa alle 9.27 senza ulteriori accertamenti. Una volta arrivati a casa Lucia Chiarelli crolla a terra poco dopo dopo aver assunto uno dei famarci prescritti. Da quel giorno l’uomo ha vissuto nel dubbio che la 68enne avesse accusato un infarto e nei giorni scorsi ha rotto gli indugi presentando una denuncia querela ai carabinieri di Formia chiedendo all’autorità giudiziaria di disporre tutte le verifica del caso per chiarire le cause del decesso.  

Il partner di Lucia Chiarelli ha chiesto di accertare eventuali responsabilità dei medici che hanno avuto in cura la paziente. Nel frattempo la Direzione regionale Salute ha disposto un audit clinico in merito al decesso di una signora di 68 anni dimessa dall’ospedale di Formia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.