Conad, la proposta dell’ad Pugliese a Quarta Repubblica per i dipendenti non vax solleva un polverone (VIDEO)
7 Settembre 2021
Guglielmo Belmonte
Scomparsa Guglielmo Belmonte, il 24enne sarebbe salito su una Yaris arancione: l’appello della madre al proprietario dell’auto, il caso a Chi l’ha visto
7 Settembre 2021

Omicidio Chiara Ugolini, chi è Emanuele Impellizzeri? La foto del Duce e quella vecchia lite con la 27enne al vaglio degli inquirenti

Impellizzeri

Per l’omicidio di Chiara Ugolini è stato fermato il vicino di casa della 27enne originaria di Fumane e residente a Calmasino di Bardolino, in provincia di Verona. Emanuele Impellizzeri è stato fermato all’altezza del casello di Firenze Impruneta mentre percorreva la A1, autostrada del Sole, con una Yamaha R6 bianca dopo aver prelevato duecento euro. Il 38enne, originario di Catania, è padre di un bambina di otto anni ed aveva precedenti penali.

In passato Chiara Ugolini sarebbe intervenuta durante una lite del 38enne con la compagna provocando l’ira dell’uomo

In passato era stato condannato per rapina per due colpi risalenti al 2006, reati contro il patrimonio e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo litigava spesso con la compagna e sembra che durante un’accesa discussione fosse intervenuta Chiara Ugolini provocando la rabbia del siciliano che avrebbe detto che gliel’avrebbe fatta pagare. Un particolare che gli investigatori stanno approfondendo per comprendere se possa essere un possibile movente. Nel corso dell’interrogatorio Impellizzeri, come evidenziato da Tv Verona, è stato piuttosto reticente sui motivi dell’aggressione. Il trentottenne è accusato di omicidio volontario. Aveva graffi sul viso e vestiti sporchi di sangue che fanno pensare ad una colluttazione con la vittima.

Emanuele Impellizzeri era in affidamento in prova ai servizi sociali, su Facebook ostentava il fisico allenato e la moto

Chi è Emanuele Impellizzeri? Il trentottenne catanese viveva con la compagna al piano terra dell’appartamento di tre piani in via Verona a Calmasino di Bardolino. Era in affidamento in prova ai servizi sociali e lavorava in una carrozzeria del paese. Aveva come foto del profilo Facebook la scritta ‘Il duce’ riprodotta una foto stilizzata di Mussolini. Sul social sono numerose le foto della sua moto, la Yamaha R6 bianca con il quale è fuggito, ma, soprattutto, gli scatti in cui mostrava il suo fisico allenato e delle feste alle quali partecipava. La compagna, con la quale spesso litigava, ha riferito di non aver più un partner dopo aver saputo dell’accaduto.

Emanuele Impellizzeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *