youtuber
Youtuber russo costringe la fidanzata incinta ad uscire in intimo sul balcone al gelo per 1000 dollari: la 28enne muore assiderata
4 Dicembre 2020
Brucia le mani alla figlia di 6 anni per aver rubato le caramelle: choc in Bolivia
5 Dicembre 2020

Influencer e star di Tik Tok arrestata in Egitto per le foto davanti alla piramide di Djoser: ‘Inappropriate’

Salma al Shimi
Una modella egiziana è stata arrestata insieme al suo fotografo per un servizio fotografico senza autorizzazione davanti a una piramide di 4.700 anni. Inoltre gli scatti sono stati ritenuti offensivi.

L’influencer Salma al-Simi arrestata con il suo fotografo per gli scatti davanti alla Piramide

Salma al-Shimi finisce nei guai per gli scatti in abito ‘in stile faraonico’

Salma al-Shimi, influencer seguitissima su TikTok, si è vestita con un costume antico egizio in occasione della visita alla piramide di Djoser (Egitto), appena fuori dal Cairo, lunedì 30 novembre. Il filmato condiviso sul suo account mostra la modella, 26 anni, che posa in un abito bianco in stile faraonico che contiene a malapena il suo seno.

Arrestato anche il fotografo, la modella si è cambiata d’abito dopo aver raggiunto la Piramide

Sia Salma che il fotografo Hossam Mohammad sono stati arrestati dalla polizia del turismo poiché i funzionari hanno ritenuto il servizio fotografico “offensivo” per la storia del paese secondo il sito dei media locali Al Ahram. Il fotografo ha affermato che Salma era entrata nel sito indossando una tunica come richiesto dal personale e si è successivamente cambiata quando sono arrivati ​​sul luogo delle riprese.

L’influencer rilasciata, sarà accusata di foto senza autorizzazione in un sito archeologico

Entrambi sono stati rilasciati martedì, ma saranno accusati di aver scattato foto senza autorizzazione in un sito archeologico. Secondo CBS News , l’abito è stato ritenuto “inappropriato” dai funzionari del Ministero del Turismo e delle Antichità. Successivamente Salma ha ringraziato i suoi amici e sostenitori per averle inviato messaggi incoraggianti con un post pubblicato su Facebook il 4 dicembre. “Grazie a tutte le persone che mi sono state accanto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *