johnson & johnson
Vaccino Johnson & Johnson, via libera al richiamo: ecco da quando e con quale siero
3 Novembre 2021
Pippo Franco
Green pass falsi, sequestrati anche quelli di Pippo Franco, della moglie, del figlio e di un magistrato
3 Novembre 2021

Ballerina 22enne di un night uccisa in Texas, cliente 54enne sospettato di omicidio: ‘Era ossessionato da lei’

Frequentava assiduamente il Rick’s Cabaret a Fort Worth, in Texas (Stati Uniti), e si era invaghito di una ventiduenne che ha iniziato a corteggiare fino all’ossessione nella speranza di creare una relazione stabile con lei. Il 54enne Stanley Szeliga è sospettato di aver sparato e ucciso la 22enne Abigail Saldaña il 26 ottobre mentre stava raggiungendo il posto di lavoro in auto.

Stanley Szeliga aveva raccontato su Instagram di essere stato raggirato da Abigal Saldana poche ore prima del decesso

Poche ore prima dell‘incidente fatale Szeliga aveva raccontato su Instagram di aver dato alla sua ballerina preferita 3.000 dollari e ha minacciato di denunciarla per prostituzione. Secondo una prima ricostruzione Abigail Saldaña era al volante della sua auto quando un testimone ha visto il suo veicolo deviare da una rampa di uscita su un’area erbosa vicino all’aeroporto internazionale di Dallas-Fort Worth intorno alle 21 di martedì 26 ottobre.

La ventiduenne uccisa in auto mentre stava raggiungendo il locale dove lavorava

Gli inquirenti hanno trovato fori di proiettile sul lato passeggero dell’auto con la donna ormai priva di vita. “Sono stati rinvenuti tre bossoli tra i vetri rotti” – è stato precisato dalle forze dell’ordine. Le indagini si sono immediatamente concentrate su Stanley Szeliga che poche ore prima aveva scritto un post in cui si scagliava contro la ballerina. “Non avrei mai pensato che si approfittasse di me. Ci frequentavamo dal luglio 2021 e stavamo bene insieme. È così bella e simpatica che ho immaginato un futuro con lei. Ma affrontare tutte le bugie è travolgente, mi rendo conto che fa parte del tuo lavoro principale come intrattenitore per adulti”.

‘Gli avevo anche prestato dei soldi, immaginavo un futuro con lei’, la vittima si era confidata con un collega

L’uomo sosteneva di aver dato dei soldi alla donna per uscire dal giro della prostituzione mentre ai colleghi la ventiduenne aveva raccontato di aver paura di un uomo di nome Stan che “la pedinava e la molestava”. Il 54enne è stato bloccato ed arrestato. Presentava ferite sul viso e sul collo che, probabilmente, si era autoinflitto. Szeliga è detenuto nel carcere della contea di Tarrant con una cauzione fissata a 250.000 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *