wanda metropolitano
Il Wanda Metropolitano si trasforma nel set di un film osé: tifosi dell’Atletico Madrid infuriati
29 Aprile 2019
tradimento-matrimoniale-580x360
Nozze in Puglia, la sposa sparisce per alcuni istanti: era in bagno con l’amante, la reazione del marito
29 Aprile 2019

Frecciarossa Brescia-Napoli soppresso per ubriachezza: i dettagli

frecciarossa Brescia-Napoli

Non capita di rado che nelle stazione del Bel Paese arriva la segnalazione del ritardo di un treno. Il momento degli annunci diventano un momento di suspense per chi attende già da tempo il momento di salire “in carrozza”. Questa volta il treno 9604 non è neanche partito perché è stato soppresso in quanto i due macchinisti del Frecciarossa Brescia-Napoli sono stati sorpresi in evidente stato di ebbrezza prima della partenza (fissata per le 5.17). Uno dei due non si è neanche presentato al binario stabilito per la partenza ed ha chiamato un’ambulanza per farsi portare in ospedale mentre l’altro è stato bloccato appena in tempo dal capo stazione. Quest’ultimo, quando si è recato in cabina per un controllo di routine prima della partenza,  si è reso conto che qualcosa non andava ed ha immediatamente comunicato la necessità di bloccare il Frecciarossa. I 67 passeggeri sono stati così ‘dirottati’ su un altro convoglio.

Macchinisti in stato di ebbrezza: ‘E’ la prima volta che succede’

Trenitalia ha fatto sapere che finora non si era mai verificata una circostanza del genere. I due macchinisti, secondo quanto riferito alla Polfer, erano andati in cena a Brescia e tra una portata e l’altra avevano bevuto qualche bicchiere di troppo. Si sarebbero dovuti vedere alle 4 del mattino per recarsi in stazione ma a a quell’appuntamento il più giovane, appena 20 anni, non si è presentato mentre l’altro, un trentacinquenne, nonostante le precarie condizioni, è riuscito ad arrivare in tempo per l’orario di partenza del Frecciarossa. L’uomo non era, però, in grado di assolvere al suo compito ed il capo stazione ha provveduto ad allertare Trenitalia per procedere alla soppressione della corsa. Ora nei confronti dei due macchinisti dovrebbe scattare un provvedimento disciplinare con l’azienda che potrebbe decidere anche di avviare un procedimento penale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *