Ucciso in Texas mentre entrava in un ristorante con la torta di compleanno della figlia
6 Gennaio 2022
GF Vip, Patrizia Pellegrino e Clarissa Selassiè annunciano la ‘rivolta’ contro Katia Ricciarelli
6 Gennaio 2022

Djokovic, Heather Parisi difende il serbo dopo il visto cancellato e si scaglia contro Burioni

La carezza della ‘cicala’ per Nole. Il visto di Novak Djokovic è stato ritenuto non valido dopo accertamenti sulla sua esenzione al vaccino con il serbo che non potrà giocare gli Australian Open. La decisione è arrivata dopo ore di controlli accurati sui documenti forniti del numero uno del tennis mondiale che è stato anche ascoltato dalle autorità locali e trattenuto per ore nell’aeroporto di Tullamarine al punto da far sbottare il presidente serbo Aleksandar Vucic che ha accusato le autorità australiane di aver trattato male Djokovic.

‘Trattarlo come un terrorista per un’esezione dal vaccino è una vergogna’

In difesa del fuoriclasse del tennis mondiale si è schierata Heather Parisi, pur riservando al serbo una tirata d’orecchie. “Senza dubbio Nole Djokovic è una capra ma purtroppo oggi è l’agnello sacrificale sull’altare dell’arroganza politica. Trattarlo come un terrorista per un’esenzione dal vaccino è una vergogna. È questo il nostro futuro? Se possono fare questo alle superstar cosa possono fare a noi?”.

Heather Parisi, il duro affondo contro Burioni per l’attacco al papà di Djokovic

La ballerina americana, che da tempo vive a Hong Kong, si è scagliata anche contro il virologo Roberto Burioni per le parole utilizzate nei confronti del padre del campione serbo, Sdrjan Djokovic che ha affermato che il figlio è stato trattato come un prigioniero. “In Italia quest’uomo è considerato un virologo e professore. Presumo solo in Italia. Non ho mai sentito un distinto e stimato uomo di scienza offendere pubblicamente in questo modo. Ma di nuovo, presumo che sia perché Burioni non è né distinto né stimato né uomo di scienza” – le durissime parole di Heather Parisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *