palmiero
Salernitana-Cosenza 1-2, le pagelle: Gregucci allo sbando, sbaglia tutto, ribaltone necessario
5 Maggio 2019
Sonia Pellizzari
Sonia Pellizzari licenziata dal Comune di La Plata per i suoi video audaci: ‘Segnalata da chi vedeva i miei filmati’
6 Maggio 2019

Salernitana, dalla salvezza all’incubo C: tutte le ipotesi

tifosi contestazione

Con la sconfitta contro il Cosenza le speranze di salvarsi, evitando i play out,per la Salernitana si sono ridotte sensibilmente. I granata, per centrare la permanenza in B senza passare per l’appendice finale di stagione, devono vincere a Pescara. In caso di arrivo a pari punti con il Livorno a quota 41, infatti, il club campano sarebbe in vantaggio negli scontri diretti per differenza reti (3 a 1 all’Arechi, 0-1 al Picchi). Attraverso una serie di combinazioni i granata potrebbero centrare la salvezza anche perdendo all’Adriatico se arrivassero a pari punti, a quota 38, con Livorno (impegnato sul campo del già retrocesso Padova), Venezia (di scena sul campo del già retrocesso Carpi) e Foggia (che giocare questa a Perugia e nell’ultima giornata in casa con il Verona).

Salernitana, le combinazioni salvezza in caso di ko

La Salernitana si salva anche in caso di pareggio a Pescara e mancata vittoria del Livorno a Padova, ipotesi che, però, è strettamente collegata al risultato del match odierno tra Perugia e Foggia. Satanelli che, tra l’altro, hanno in ballo anche il ricorso per la riduzione della penalizzazione di sei punti in graduatoria (potrebbero guadagnare uno o due punti).

In caso di passo falso a Pescara, fatale nel 90/91 nello spareggio con il Cosenza, i granata rischiano la retrocessione diretta in caso di arrivo a pari punti con Venezia e Foggia, in vantaggio negli scontri diretti.  La Salernitana ha incassato otto sconfitte nelle ultime dieci partite e il trend è tutt’altro che incoraggiante, ai tifosi non resta che incrociare le dita e sperare. Per ora Gregucci non si è dimesso e dalla società non arriva nessun tipo di segnale. Serve uno scossone per provare a salvare il salvabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *