salvini
Salvini canta con Mara Venier al Costanzo Show: ‘Io e Di Maio come Battisti e Mogol’ (VIDEO)
29 Marzo 2019
gomorra 4
Gomorra 4, il tweet di Salvatore Esposito a fine puntata, fan in lacrime: ‘Da Oscar’
30 Marzo 2019

Storie di influencer, Lucia: ‘Guadagnare non è facile’, Sabrina: ‘Il bello di avere una community reale’

lucia giusti

Nuova tappa e nuovi interessanti indicazioni dai protagonisti di Storie di influencer con la collaborazione del gruppo Facebook Scuola Italiana Influencer di Miriam Chilante. Piccoli consigli e aneddoti raccontati da chi è riuscito, tra mille sacrifici, a farsi largo nella ‘giungla’ del web diventando un prezioso punto di riferimento nel proprio settore di competenza.

Lucia Giusti è una seguitissima Fashion Blogger. Sul profilo Instagram la ‘legallychic’ conta oltre 61mila follower. Sul suo blog Legallychic la toscana si presenta come “avvocato di professione ma modaiola per passione”. Per Lucia “si può essere chic ed alla moda in qualsiasi situazione, anche la più impensata”.

Essere un’influencer può considerarsi una scorciatoia per guadagni facili?

“Al contrario, far sì che l’attività di influencer diventi un vero e proprio lavoro e porti dei guadagni concreti è molto difficile. Oggi la concorrenza è spietata, ci sono molte influencer o aspiranti tali e per emergere e trasformalo in un vero lavoro occorre impegno costante, una qualità del lavoro sempre ai massimi livelli, idee nuove e quel tocco in più per distinguersi dalla massa! Ed ovviamente, tanta costanza e dedizione. Facile e subito in questo lavoro non esistono!”

Sabrina Barbante è una Travel Blogger da oltre 21mila follower su Instagram. E’ riuscita a trasformare la sua passione per i viaggi in un’importante opportunità professionale. Sul suo blog, Sabrina Birbante (In My Suitecase), racconta le sue esperienze in giro per il mondo: “Appassionata di vino e birra. Vegetariana, femminista, con 80 cm di capelli ricci da gestire ogni giorno”.

La cosa più bella e la cosa più brutta di essere un’Influencer?

“Come micro influencer la cosa più bella è avere a che fare con una community reale: chi mi legge e segue suo social e sul blog diventa un contatto a distanza, una persona con la quale si riesce ad interagire attraverso piccoli canali semiotici. La cosa più brutta… il giudizio comune della parola influencer. Non è un fenomeno sociale, non è un dramma psico-sociale. E’ solo un (complesso) concetto tecnico del marketing. Se lo si legge così, è più facile comprenderne l’utilità”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

@dior Women’s Day Event in Florence • • Total look by @mrsmacis_firenze

Un post condiviso da ʟᴜᴄɪᴀ ɢɪᴜsᴛɪ (@legallychic_) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Che cosa hai provato quando, per la prima volta nella tua vita, hai toccato, anche solo sfiorato, la mano di una persona che ti smuove dentro qualcosa di forte? E ti ricordi anche la forza e l’intensità dell’attesa del contatto successivo? Io sì. . Prova ad immaginare, dunque, quale poteva essere lo struggimento, i crampi allo stomaco, il senso di mancamento nell’attesa di toccare la mano di “quella” persona, quando i contatti fisici erano rari, come nell’Inghilterra dell’800. E questi contatti avvenivano durante i balli. . Ecco perché Jane Austen e non solo vi dedica così tante pagine. Jane e il suo Orgoglio e Pregiudizio saranno protagonisti il 16 dicembre a Manduria. . Si rivivranno, con me e Assunta Fanuli, membro attivo e insegnante del Circolo Pugliese di Danze di Società di Tradizione Ottocentesca e Scottish Country Dances, i momenti più intensi delle danze del romanzo, da quello nella Assembly Room dei Meryton al ballo di Netherfield, capolavoro della letteratura ma anche della filmografia inglese che sarà omaggiata con la proiezione delle scene più famose del film “Pride and Prejudice” di Joe Wright. E poi, come sempre accade negli eventi organizzati da Assunta Fanuli, seguirà una sessione dimostrativa e un momento di danza storica, per conoscere e cimentarsi in questo ricco universo culturale. Non mancherà il tipico tè inglese con biscotti e pasticcini dell’epoca. Previa prenotazione è anche possibile indossare per l’occasione un abito storico, prodotto di alta sartoria dell’atelier. Il reading, al quale presterò la mia voce e le mie facce migliori, sarà sia in italiano che in lingua originale. Questo vuole essere il primo appuntamento di una mini serie di incontri a tema che proseguirà nel 2019, in cui si rivivranno i più importanti passi della letteratura dell’800 che descrivono la società e i sentimenti attraverso le danze. . L’incontro si svolgerà domenica 16 dicembre a partire dalle ore 16.00, presso l’Atelier sartoriale di Assunta Fanuli, costumista teatrale e docente di danze storiche, a Manduria in via Pacelli 59. Si accede con contributo e prenotazione chiamando il 339.3331613 (posti limitati). 📷 . @giuseppefanuli17

Un post condiviso da sabrina (@sabrina_barbante) in data:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *