Anziana fatta a pezzi a Melzo: fermata la figlia, la macabra scoperta della sorella
27 Maggio 2022
Bici elettrica, perché è così amata? I benefici per l’ambiente e per la salute
27 Maggio 2022

Gianluca Vacchi sull’altalena: lacrime, docufilm, camera iperbarica e la denuncia della colf

Dalla sveglia all’alba per andare a dormire nella camera iperbarica alla denuncia della colf perché non ballava a tempo. Nel giro di 24 ore si è passata dai dettagli della vita extra lusso di Gianluca Vacchi ai particolari della denuncia presentata dalla collaboratrice domestica filippina.

Gianluca Vacchi, l’emozione a Domenica In per la figlia

Negli ultimi giorni l’imprenditore influencer è tornato prepotentemente alla ribalta. Prima l’intervista a Domenica In durante la quale non ha trattenuto le lacrime nel parlare di un problema di salute della figlia, Blu Jerusalema. Poi le anticipazioni sul docufilm Mucho Màs che andrà in onda in 240 Paesi del mondo su Prime Video. “Gioco a padel 4 ore al
giorno, sto molto con Blu. Mi sveglio alle 5 e mi chiudo nella camera iperbarica dove dormo altre due ore. Mi alzo, faccio ginnastica per un’ora, poi 20 minuti nella vasca piena di ghiaccio a zero gradi” – ha detto al Corriere della Sera sottolineando che genera un ringiovanimento impressionante.

La sveglia alle 5 del mattino per dormire nell’iperbarica, il bagno nella vasca piena di ghiaccio

In Sardegna sta costruendo una villa da 15 milioni di euro alla quale ha dato lo stesso nome della figlia. Ma anche contenziosi come la causa intentata dal fratello Bernardo e quella della colf che l’ha trascinato in tribunale con l’accusa di sfruttamento e vessazioni come riportato dal quotidiano La Repubblica. Nell’atto di citazione la 44enne filippina ha ricostruito i suoi tre anni (da maggio 2017 a dicembre 2020) al servizio di Gianluca Vacchi.

La donna ha raccontato che i video che Vacchi realizzava per Tik Tok erano una fonte di “stress tra il personale” perché se gli stessi suoi dipendenti non ballavano “a tempo di musica”, se i balletti non “venivano eseguiti perfettamente”, si “scatenava la rabbia di Vacchi che inveiva contro i domestici, lanciando il cellulare e spaccando la lampada usata per le riprese”. Inoltre secondo la donna l’imprenditore influencer avrebbe stabilito una multa di 100 euro nei confronti dei dipendenti qualora avessero dimenticato qualche accessorio o capo d’abbigliamento nel preparare i bagagli.

L’ex colf chiede il risarcimento: lo stress per i video dei balli Tik Tok e il contratto di riservatezza

Nella denuncia la colf ha fatto riferimento a straordinari non pagati, ad orari di lavoro massacranti nel periodo delle vacanze e ad un contratto di riservatezza da 50mila euro che avrebbe dovuto se la collaboratrice avrebbe divulgato informazioni a terzi. La 44enne filippina ha chiesto un risarcimento pari a 70mila euro. Anche altri due ex dipendenti avrebbero chiesto un risarcimento a Gianluca Vacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.