revenge porn
Revenge porn, modella diffonde filmati intimi con ex calciatore del Sassuolo per vendetta: rischia il processo
12 Dicembre 2020
Valentina Uomini e Donne
Uomini e Donne, Valentina Dartavilla Lupi dopo le segnalazioni di Maurizio: ‘Bisogna saper chiedere scusa’
12 Dicembre 2020

Brescia-Salernitana 3-1, pagelle e highlights: Belec va in tilt, Dziczek non c’è

papera Belec Brescia

La Salernitana capolista crolla al Rigamonti sotto i colpi del Brescia che Cellino ha affidato da pochi giorni a Dionigi. Castori conferma il 3-5-2 ma cambia due interpreti rispetto alla vittoriosa sfida con il Cittadella con Aya e Cicerelli titolari in luogo di Mantovani e Anderson.

Partenza devastante delle rondinelle

Il Brescia parte a mille e nei primi tre minuti è un tiro a bersaglio verso la porta di Belec che salva su Torregrossa e sulla punizione di Martella ma non può niente sulla conclusione ravvicinata di Van de Looi dopo una respinta corta del portiere. Al 21′ il Brescia va sul 2 a 0 dopo una giocata magistrale di Torregrossa che libera al cross Sabelli con Bogdan che respinge approssivamente e Spalek che insacca di testa.

Tutino riapre la partita dopo un discusso rigore

Il primo tempo è praticamente un monologo dei padroni di casa con Belec che si fa trovare pronto su una conclusione di Jagiello dal limite dopo una magia di Torregrossa. Al 32′ Sabelli colpisce il palo con deviazione di un difensore granata. Tutino prova a scuotere i suoi con una conclusione alzata in angolo da Jororen. Al 43′ gli ospiti tornano in partita grazie ad un generoso rigore concesso da Aureliano per fallo su Di Tacchio. Tutino non sbaglia e dedica la marcatura alla nonna scomparsa in settimana.

Bjarnason chiude la partita

Nella ripresa ci si aspetta un’altra Salernitana ma è il Brescia ad andare subito ad un passo dal gol con l’ex Ragusa che conclude centralmente da buona posizione. Gli ospiti hanno un solo spunto interessante con imbucata di Anderson per Tutino anticipato di un soffio da Joronen.

Subito dopo Jagiello ha la chance per la doppietta personale ma alza troppo la mira a tu per tu con l’estrema granata. Al 31′ Bjarnason chiude la partita con la complicità di Belec. La partita in pratica finisce qui con Castori che preferisce far rifiatare Tutino in vista del turno infrasettimanale di martedì 15 dicembre con il Lecce (ore 21:00).

Gli highlights di Brescia-Salernitana 3-1

Gli highlights completi di Brescia-Salernitana e delle altre partite della serie B saranno pubblicati sul sito https://www.raisport.rai.it alla sezione 90 Minuto serie B e sono on line sul sito della Lega di serie B al link https://www.legab.it. e sul sito della Salernitana all’indirizzo https://www.ussalernitana1919.it/media/

Le pagelle: giornataccia per Bogdan e Aya, Cicerelli esce troppo presto

Belec 5: poco reattivo sul gol del raddoppio del Brescia firmato da Spalek e molle sulla conclusione di Bjarnason che ha in pratica chiuso la partita. Nel mezzo anche un paio di interventi importanti che non bastano a cancellare un pomeriggio tutt’altro che esaltante.

Bogdan 5: un rinvio approssimativo propizia il secondo gol del Brescia. Pomeriggio coplicato contro Torregrossa e compagni. (24′ st Lopez)

Gyomber 5,5: se anche lui va in difficoltà sono dolori per la difesa granata. Nel primo tempo va in bambola anche lui contro un Brescia tarantolato.

Aya 5: Castori lo ripropone titolare dopo la buona prova di Mantovani ma dopo pochi istanti si comprende che sarà un pomeriggio di sofferenza. Manda in porta Sabelli che trova l’opposizione di Belec.

Kupisz 5,5: un paio di spunti e nulla più, ha decisamente fatto meglio in altre occasioni.

Dziczek 4,5: dovrebbe essere il metronomo granata ma sembra un pesce fuor d’acqua. Il polacco è ancora lontano dalla migliore condizione. In ritardo sulla respinta di Bogdan che propizia il raddoppio del Brescia.

Di Tacchio 6: con furbizia si procura il rigore che riapre la partita.Grinta e generosità gli consentono di restare a galla. Incassa il solito cartellino giallo. (24′ st Capezzi 5: il suo ingresso non incide sulla partita. E non è la prima volta dal suo arrivo a Salerno).

Cicerelli 6: in un primo tempo difficile per i granata prova a creare qualche grattacapo alle rondinelle. Castori lo toglie troppo presto dalla contesa. (1′ st Anderson 5,5: ci si aspettava un altro impatto sulla partita. Si fa notare per un bel lancio per Tutino e quando incassa un evitabile cartellino giallo).

Casasola 5: Sabelli sfreccia sulla sua fascia e propizia il secondo gol oltre che una serie di situazioni potenzialmente pericolose. Ha una buona chance di testa ma non si fa trovare pronto (42′ st Antonucci sv).

Tutino 6: si vede nel finale del primo tempo con una conclusione alzata in angolo da Jororen ed il rigore trasformato con freddezza. Si intestardisce in qualche giocata personale. (42′ st Giannetti sv)

Djuric 5: una bella sponda dopo aver fatto a sportellate con un difensore del Brescia è l’unico spunto di una giornata nella quale non conclude mai verso la porta avversaria.

Belec respinge una prima conclusione ma…
Van de Looi si avventa sul pallone e segna
Il rinvio sbilenco di Bogdan che propizia il secondo gol del Brescia
Belec non riesce a trattenere la conclusione di Spalek
Belec evita guai peggiori
Sabelli colpisce il palo con deviazione
La girata di Cicerelli, Joronen blocca
Il fallo da rigore su Di Tacchio
Tutino va sul dischetto e supera
il portiere dle Brescia dagli undici metri
La conclusione di Ragusa ad inizio ripresa
Tutino anticipato di un soffio da Joronen
Jagiello alza troppo la mira da buona posizione
Belec si fa scappare una conclusione di Bjarnason
L’errore dell’estremo granata chiude in pratica la partita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *