Incidente funivia India, l’agghiacciante video del turista che cade nel momento di salire sull’elicottero
12 Aprile 2022
New York, terrore alla stazione metropolitana di Brooklyn: 29 feriti, si temono vittime (VIDEO)
12 Aprile 2022

Invasione Foggia-Catanzaro, la moglie di Iemmello: ‘Tagli alla gola mimati in diretta, mia figlia guardava la partita’

Le immagini delle invasione di campo di un tifoso del Foggia mentre Pietro Iemmello, attaccante del Catanzaro, stava per battere un calcio di rigore hanno provocato indignazione e rabbia.

L’attaccante calabrese ha realizzato 47 reti con la maglia rossonera in tre stagioni ma nonostante ciò non è entrato nei cuori dei sostenitori dauni che lo ritengono responsabile della retrocessione dei satanelli in serie C. Lunedì sera la contestazione è sfociata in follia con invasioni di campo, tensione alle stelle e l’arbitro Collu di Cagliari costretto a sospendere due volte il match dello Zaccheria conclusosi con la vittoria degli ospiti per 6 a 2.

Pietro Iemmello

Invasioni di campo mentre l’ex Iemmello stava per calciare un rigore, l’attaccante è stato poi sostituito

Il clou al momento del rigore che lo stesso Iemmello si era procurato con un sostenitore del Foggia che ha scavalcato dalla curva ed ha tentato di raggiugere l’attaccante che è riuscito a divincolarsi in tempo. L’uomo è stato fermato ma ha continuato a minacciare il giocatore mimando il gesto di tagliare la gola. Alla fine il tecnico giallorosso ha deciso di sostituire il calciatore.

La moglie di Pietro Iemmello, l’attrice Giulia Elettra Gorietti, ha manifestato la sua rabbia su Instagram per quanto accaduto al 30enne cresciuto nelle giovanili della Fiorentina. “Mia figlia guardava il papà giocare ed ha dovuto assistere ad uno spettacolo che ha tutto tranne che di sport e dei valori che il calcio deve trasmettere ai giovani” – ha scritto su Stories.

Giulia Elettra Gorietti: ‘Per me è il fallimento dei valori che il calcio deve trasmettere’, stoccate al Foggia

“Per me è il fallimento dei valori che il calcio e lo sport devono trasmettere. Poi ci chiediamo perché in Gran Bretagna il calcio è più sicuro. É impensabile quello che è successo con minacce di morte e tagli alla gola mimati in diretta tv davanti a dei bambini che guardano la loro squadra” – ha aggiunto l’attrice che ha chiuso con una stoccata nei confronti del club pugliese.

Non parlo mai di calcio, ma dopo ieri li condanno fortemente perché non sanno gestire la tifoseria e le partite che avvengono nel loro stadio. Inutile dissociarsi nelle interviste, lo dimostrino con i fatti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.