buon onomastico Felice
Buon onomastico Felice oggi 14 gennaio: video, gif e immagini di auguri da inviare via social
14 Gennaio 2021
Egy Cutolo
Egy Cutolo, il coraggio della stilista fuori dagli schemi: ‘La mia Accademia di Formazione Moda e Design per dare una speranza ai ragazzi del sud’
14 Gennaio 2021

Favola Ksv Holstein, Bayern Monaco eliminato in Coppa da una squadra di B: ‘Siamo in estasi’, il video

Holstein

La favola dell’Holstein sotto il nevischio di una gelida notte di metà gennaio. Per la prima volta in 20 anni il Bayern Monaco è stato eliminato al secondo turno della Coppa di Germania. I vincitori della Champions League ha perso contro KSV Holstein, squadra della serie B tedesca, ai calci di rigore (5-6 ). 

Ksv Holstein-Bayern Monaco 5-6: Gelios ipnotizza Roca, Bartels firma lo storico rigore

Al termine dei 120 minuti la partita era terminata 2 a 2 (2: 2, 1: 1). Bartels ha trasformato il rigore decisivo contro il Bayern Monaco campione in carica, mentre Marc Roca si è fatto ipnotizzare dal portiere greco Ioannis Gelios che ricorderà a lungo questa notte magica dell’Holstein.

Il portiere dell’Holstein: ‘Ho preferito non guardare il rigore decisivo’

“Questa sera nessuno a Kiel, nessun giocatore, nessun tifoso, dimenticherà questa partita. Il rigore di Bartels? Ho preferito non guardare”. Incontenibole la gioia a fine partita con i calciatori del club della Germania settentrionale che hanno incassato anche i complimenti del campione del mondo Bastian Schweinsteiger. Ai campioni d’Europa non è bastato neanche l’ingresso di Robert Lewandowski per evitare l’eliminazione.

La gioia incontenibile dei calciatori del Ksv Holstein

Il tecnico Werner: ‘Un’impresa che verrà ricordata per molti anni’

“Sono appena entrato negli spogliatoi ho incontrato molta gente confusa ” – ha riferito Ole Werner, 32enne tecnico del KSV Holstein. “È un’impresa straordinaria, è qualcosa che verrà ricordato per molti anni “.

Incoltenibile la gioia di Bartels, autore del rigore decisivo. “Penso che ce l’abbiamo fatta tutti insieme come squadra. Con l’1-1 siamo diventati più fiduciosi con la palla e abbiamo sempre creduto di poter creare la sorpresa. Sul rigore ho sentito una pressione ‘positiva’, poi è stata estasi pura“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *