Denise Pipitone
Denise Pipitone, Olesya Rostova è la 20enne che somiglia a Piera Maggio: il video dell’intervista in Russia e la richiesta di DNA
31 Marzo 2021
Samantha Curcio
Uomini e Donne, Samantha Curcio spiazza Maria De Filippi con un battuta audace (VIDEO)
31 Marzo 2021

Alessio Castelli sogna Sanremo: ‘La malattia non mi ha fermato, mi ispiro a mio cugino Totò Schillaci’

Alessio Castelli

“Ho un sogno da quando sono bambino”. Alessio Castelli non molla e, nonostante il destino gli abbia tirato un brutto sgambetto, sogna di coronare il sogno di conquistare la ribalta grazie alla sua voce. “Fin da ragazzino lavoro per diventare un cantante riconosciuto e potermi esprimere attraverso la mia arte. Vivere della mia musica”. 

Alessio Castelli

‘L’artista di origini palermitane: ‘Innamorato del neomelodico, ma posso essere ciò che voglio’

Residente a Torino ma originario di Palermo. Radici alle quali è legatissimo e che esprime anche attraverso la sua musica. “Sono innamorato del neo melodico, ma posso essere ciò che voglio. Sono poliedrico così come nello stile del mio look e attraverso le mie parole voglio arrivare al cuore delle persone che spesso rinunciano ai sogni”.

La carriera di Alessio Castelli ha subito una brusca frenata a causa di una subodola malattia. “Mi hanno riscontrato l’emofilia, una malattia abbastanza particolare. É grave ma posso conviverci. Devo stare attento e curarmi ogni giorno con la puntuale somministrazione dei medicinali prescritti”. 

‘L’emofilia ha frenato la mia carriera’

I primi successi, le prime apprezzate esibizioni e i consensi che sembravano far da preludio ad un percorso importante in campo musicale. Poi il dolore, la rabbia e la paura di non salire nuovamente sul palco. “A causa di questa malattia ho dovuto bloccare anni fa la mia carriera, avevo inciso già dischi, cantato nelle migliori feste con celebrities e frequentavo le più grandi gallerie di Napoli” – ha raccontato Alessio Castelli. “Avevo un manager che mi aiutava molto. Ogni sera mi ritrovavo con artisti di spessore che hanno conquistato la ribalta internazionale. Sono stato ospite di diversi programmi radiofonici”.

‘I brani Cara mamma e Leon rappresentano quello che sono’

Alessio si era fatto conoscere con due brani che avevano incassato positive recensioni dalla critica. “Cara mamma e Leon rappresentano un po’ quello al quale sono legato: la famiglia prima di tutto e il coraggio e la fierezza del leone”. Superato lo sconforto iniziale il cantante siciliano ha ritrovato la verve artistica anche grazie alla sua musa ispiratrice: la pittrice e partner Fabiana Macaluso. “Convivo con lei. Mi ha stimolato, mi sta aiutando a produrre una canzone che stiamo scrivendo insieme. Il pezzo sarà dedicato ad una donna speciale che ogni giorno conduce un programma televisivo. La mia icona”. 

Alessio Castelli e Fabiana Macaluso

La rinascita con la fidanzata Fabiana Macaluso: ‘La mia musa’

Del resto lo spirito del gladiatore che non molla mai è nel DNA di famiglia. “Mio cugino Totó Schillaci (capocannoniere ai Mondiali del ’90) mi ha trasmesso la voglia di realizzare tutto ciò che voglio. Lui è un grande campione, siamo cresciuti insieme e un esempio vivente per me”. Nella rinascita di Alessio Castelli sta svolgendo un ruolo importante la nuova manager. “Ringrazio Debora Cattoni che mi sta costruendo una nuova identità senza tralasciare ciò che sono e mi sta indirizzando verso la realizzazione dei miei sogni”.

‘Totò Schillaci è un esempio vivente, Debora Cattoni mi sta costruendo una nuova identità artistica’

L’ultimo pensiero lo rivolge a chi si è trovato improvvisamente a combattere un nemico invisibile. “La malattia non ha il diritto di sbarrarmi la strada. Anzi la colgo come un valore aggiunto per credere che tutti possiamo farcela. Se hai un dono devi proteggerlo e farlo conoscere a tutti con l’obiettivo di trasmettere amore e passione. Io non mollo e voglio andare a Sanremo“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *